Agenda




Notizie dal WEB:

fonte: www.ilgiornaledivicenza.it

Viale Trieste, coniugi travolti sulle strisce
E in due incidenti fuggono i "pirati"


19/10/2010 - RAFFICA DI INCIDENTI. Un fine settimana funestato da una serie di sinistri: il più grave la domenica sera in viale Trieste. Investiti da un fuoristrada: hanno subìto fratture ma non sono in pericolo di vita. In altre due collisioni sono fuggiti due "pirati"


L'attraversamento pedonale di Viale Trieste dove marito e moglie sono stati investiti
Vicenza. Uniti nella buona e nella cattiva sorte. Marito e moglie sono stati investiti da una Jeep mentre stavano attraversando la strada sulle strisce pedonali. L'auto non ha fatto in tempo a fermarsi e i due coniugi sono stati travolti e sbalzati, cadendo rovinosamente a terra. Hanno riportato fratture alle gambe ma, per fortuna, non sono in pericolo di vita. Secondo i medici che hanno sciolto la prognosi, guariranno in 40 e 30 giorni. È questo il bilancio dell'investimento avvenuto domenica sera in viale Trieste che ha costretto al ricovero in ospedale una coppia di vicentini. È il più grave tra i numerosi incidenti che hanno funestato le strade della città durante il fine settimana appena passato. In due episodi distinti, due automobilisti coinvolti in carambole - senza gravi conseguenze - si sono allontanati senza fermarsi; uno di loro è stato rintracciato e denunciato.
L'INVESTIMENTO. L'episodio più grave è quello di viale Trieste. È avvenuto domenica sera, poco dopo le 21. Riccardo Doncato, 48 anni, e la moglie Carla Munari, 46, residenti in via Nado, erano usciti a passeggio. Secondo la ricostruzione della polizia locale, all'altezza dell'incrocio con via Novello, i due hanno fatto per attraversare viale Trieste nel punto in cui sono tracciate le strisce pedonali. In quel momento sopraggiungeva la Jeep Grand Cherokee condotta da Corrado Morsoletto, 65 anni, vicentino. L'auto non è riuscita a fermarsi per lasciare la precedenza ai due pedoni: i coniugi sono stati travolti. Non hanno perso conoscenza, ma lamentavano forti dolori. Soccorsi da un'ambulanza del Suem, sono stati trasportati in ospedale. Gli accertamenti clinici che hanno evidenziato fratture alle gambe, guaribili in 30 giorni - per la donna - e 40 giorni. L'INTERPELLANZA. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti anche gli agenti della polizia locale per i rilievi. Per il conducente della Jeep è scattata la sospensione della patente, in virtù del nuovo Codice della strada che prevede questa sanzione a carico di coloro che, commettendo un'infrazione, causano incidenti con lesioni ad altre persone. Sulla scia dell'incidente, il consigliere comunale Daniele Guarda (Udc), ha presentato un'interpellanza con cui chiede alla giunta se non intenda migliorare l'illuminazione di quell'attraversamento pedonale e, nel caso, "rialzarlo". DUE "PIRATI". Da venerdì a domenica i vigili hanno rilevato ben 13 incidenti, nei quali sono rimaste ferite 5 persone. In due casi, però, i vigili hanno dovuto fare i conti con altrettanti "pirati". Un episodio è avvenuto sabato mattina intorno alle 9 in viale della Serenissima, prima del bivio per il Villaggio della Pace. Secondo quato ricostruito dalla polizia locale, una Jaguar ha urtato una Volvo ed entrambe sono finite nella scarpata. Il presunto responsabile dell'incidente è stato visto allontanarsi. Accertamenti sul mezzo hanno permesso di risalire al proprietario, un uomo di 41 anni di Torri di Quartesolo, sul quale sono in corso verifiche da parte dei carabinieri. L'altro episodio risale alle 19.30 di venerdì all'incrocio tra viale Dal Verme e via Sant'Antonino: una delle auto coinvolte in un tamponamento è fuggita senza fermarsi. Grazie alle indicazioni di un passante, i vigili sono risaliti al conducente, uno straniero, denunciato anche perché il mezzo era privo di assicurazione. Domenica in un incidente avvenuto a Campiglia dei Berici è rimasto gravemente ferito Andrea Viola, un ventiduenne del paese. La dinamica è al vaglio dei carabinieri .

Marco Scorzato



fonte: www.vaol.it

Cosio Valtellino: non ce l'ha fatta il pedone investito sulle strisce giovedì
L'uomo, un 61enne di Chiavenna, è deceduto nella giornata di mercoledì


18/11/2010 - Giorno dell'investimento. Gianfranco Geronimi, 64 anni di Chiavenna, è deceduto mercoledì 24 novembre all'ospedale di Gravedona. L'uomo era rimasto coinvolto in un incidente stradale a Cosio Valtellino il 18 novembre. Geronimi stava attraversando la Statale 38 sulle strisce pedonali quando è stato investito da un'auto che sopraggiungeva da Morbegno. Geronimi era molto noto in città. La vicenda è al vaglio della Polizia Stradale.


L'auto che ha travolto il pedone a Cosio Valtellino. Sullo sfondo le strisce pedonali teatro della tragedia.
LA NOTIZIA DEL 18 NOVEMBRE
Grave incidente nella tarda mattinata di oggi - giovedì 18 novembre - a Regoledo, frazione di Cosio Valtellino.

I SOCCORSI
Sul posto i soccorsi del 118, i Vigli del Fuoco di Morbegno e la Polizia Stradale di Mese.
L'uomo è stato trasportato all'ospedale di Gravedona dov'è ricoverato in prognosi riservata.

Elenco Articoli di giornale (Scaricabili in pdf):

1. Cronaca di Milano (Corriere della sera del 6 Aprile 2011)




Scambio Banner





Siti consigliati

Cliccare sul logo per aprire il link relativo